Nelle ultime settimane il terrorismo è tornato al centro dell’attenzione mediatica in seguito agli attentati di Parigi e Vienna. Ci siamo confrontati con Stefano Dambruoso, uno dei massimi esperti in Italia, sulle sfide che chi si occupa di antiterrorismo ha di fronte nei prossimi mesi.

Il terrorismo islamico torna a prendersi la scena con tre attentati, tre attacchi a Parigi e Vienna balzati all’onore delle cronache, preoccupando l’opinione pubblica internazionale e facendo temere una nuova escalation, aggravata dalla situazione critica connessa alla diffusione del virus Covid19 in molti paesi del vecchio continente.

Delphi Ethica ha l’ambizione di essere non solo un centro di alta formazione per l’Analisi Emotivo Comportamentale, Investigazioni, Sicurezza, Gestione del Rischio e Tecnologie applicate all’Intelligence, ma uno spazio d’informazione e confronto in cui sia possibile apprezzare l’intervento dei massimi esperti su queste tematiche.

Con questa ambizione abbiamo avuto l’onore di poterci confrontare con Stefano Dambruoso, Magistrato, già Parlamentare, uno dei massimi esperti di antiterrorismo nel nostro Paese, col quale abbiamo approfondito diverse tematiche: l’immigrazione dalle ex colonie francesi di 6 milioni di immigrati, la questione della deradicalizzazione, la presenza di reti terroristiche non organizzate, l’inefficacia degli strumenti repressivi finora messi in campo e delle politiche d’integrazione, la professionalità dell’intelligence italiana e l’analisi del contesto geopolitico in Medio Oriente e del ruolo dei USA.

Di seguito il video dell’intervista: